Implantologia

Usiamo vari sistemi d’impianti, tutti accuratamente selezionati dalla grande diversità di modelli esistenti sul mercato.
Il sistema ONE STAGE SURGERY (impianto e corona dentale nella stessa sessione) è un vero e proprio sistema nella nostra clinica. Così, il paziente può lasciare la clinica con un impianto dentale e una corona sull’impianto nello stesso giorno in cui è stata effettuata l’estrazione.
Le guide chirurgiche sono un’altra innovazione che usiamo e che ci aiuta a posizionare gli impianti e anche a prefigurare la posizione dei futuri denti già in fase di CT.

La realizzazione di queste guide chirurgiche presuppone alcune fasi, vale a dire:

  • Dopo un esame nel gabinetto, si realizza una serie di modelli di gesso sulla base di cui verranno effettuati alcuni modelli di base opaca;
  • Con questi modelli, al paziente verrà eseguita una scansione 3D (CBCT) nella nostra clinica, dopo di che i modelli e la radiografia 3D vengono inviati ai produttori di guide chirurgiche;
  • Il dentista elabora un piano di trattamento in base al CBCT, che dettaglia la posizione ideale degli impianti e dei futuri lavori dentali: compresa la forma dei denti, la loro dimensione, l’occlusione (morso).

  • Dopo aver visualizzato il piano di trattamento digitale, la guida verrà prodotta e poi inviata alla clinica;
  • Anche in questa fase è possibile pianificare un insieme di lavori dentali temporanei che possono essere fissati sugli impianti nella stessa sessione con l’integrazione di questi impianti; in altre parole, il paziente può lasciare il gabinetto con denti stabili ed estetici nello stesso giorno in cui vengono inseriti anche gli impianti.
  • La fase chirurgica: il chirurgo fissa la guida nella bocca del paziente e successivamente posiziona gli impianti nell’unica posizione consentita dalla guida, minimizzando così gli eventuali errori che possono verificarsi durante tale intervento.

Di sotto sono esemplificati due casi in cui sono state utilizzate guide chirurgiche:

Caso 1

R2GATE 3D Diagnosis Report

Caso 2

Attrezzatura utilizzata: A-Dec dental units, Physiodispenser, piezotom, centrifuga per ottenere membrane PRF dal sangue prelevato dal paziente, CBCT (radiografie 3D), e una sala operatoria appositamente preparata per interventi di questo tipo e fornita con: centrale trattamento aria, che produce aria sterile, impianto ossigeno, lampada chirurgica led a soffitto, installazione di acqua sterile, stanza di terapia pre- e post- intervento chirurgico, tutti questi ci permettono di assicurare ai nostri pazienti degli interventi meno invasivi e con il minimo rischio possibile.
Ai pazienti che preferiscono un conforto psicologico in più, il medico anestesista presente è in grado di offrire diverse soluzioni, ad esempio: sedazione endovenosa, sedazione indotta con farmaci, a seconda dei casi.

Scopri gli altri servizi che offriamo